fbpx

Ricostruzione mammaria: riscopriti meravigliosa

Chirurgia di ricostruzione del seno post-mastectomia, per ripristinarne forme e volumi

Il seno è da sempre simbolo di femminilità. Qualsiasi malattia ed intervento che portino alla demolizione del seno può rivelarsi emotivamente e psicologicamente devastante per la donna, influenzando negativamente il rapporto con se stessa e con gli altri. Fare qualcosa per migliorare la propria condizione e la propria vita è un diritto di ogni donna. La ricostruzione mammaria è l’intervento di chirurgia plastica ricostruttiva che, ripristinando con ottimi risultati il normale aspetto, la forma ed il volume del seno in seguito ad interventi di asportazione della mammella, aiuta a ridurre l’impatto fisico ed emotivo della mastectomia e restituisce sicurezza e femminilità. Come una rinascita, per riscoprirsi meravigliose.


PROCEDURA

Ripristinare il normale aspetto del seno dopo una mastectomia è una procedura delicata che richiede un attento esame del caso clinico. Condizione ideale ma non necessaria sarebbe pianificare l’intervento di ricostruzione del seno contestualmente a quello di asportazione. L’intervento di ricostruzione mammaria si effettua in regime ospedaliero, generalmente in anestesia generale. In base al tipo di mastectomia subita, nonché all’anatomia e alle condizioni generali della paziente, il chirurgo plastico sceglierà la tecnica chirurgica più adatta. Due le possibilità: • Ricostruzione mammaria tramite espansione tissutale, ovvero l’impianto di protesi mammarie per formare il nuovo tumulo con espansione della cute sana a copertura e sostegno delle protesi. Questa tecnica richiede più step per arrivare dall’inserimento dell’espansore tissutale alla sostituzione di quest’ultimo con la protesi definitiva. • Ricostruzione mammaria con lembo muscolo-cutaneo (con o senza aggiunta di protesi), ovvero il riposizionamento del tessuto della paziente proveniente da un’altra parte del corpo, per creare i volumi del nuovo tumulo o coprire e sostenere una protesi mammaria. Nei casi necessari, l’intervento di ricostruzione del seno si concluderà con la ricostruzione di areola e capezzolo. Un bendaggio elastico a supporto e protezione del seno ricostruito ed il probabile inserimento di un sottile tubicino di drenaggio completano l’intervento. Le cicatrici che ne derivano saranno permanenti ma la loro visibilità si ridurrà notevolmente con il tempo.



POST-OPERAZIONE

La guarigione dall’intervento di ricostruzione mammaria richiede diverse settimane e varia anche in base al tipo di intervento effettuato. Generalmente, al massimo entro qualche giorno dall’operazione sarà possibile tornare a casa. Gonfiore, edema e fastidio intorno all’area operata invece, da considerarsi assolutamente normali, diminuiranno gradualmente con il passare dei giorni per lasciare il posto alla ritrovata armonia estetica.



RISULTATI

Con aspettative realistiche, i risultati della ricostruzione del seno possono essere considerati straordinari. Le moderne tecniche chirurgiche a disposizione consentono infatti di ricostruire un seno molto simile a quello naturale sia nella forma che nella consistenza, riducendo al minimo l’impatto estetico della mastectomia. La possibilità per una donna di sentirsi nuovamente completa e femminile dopo aver affrontato un percorso così delicato e difficile, non può che restituire self confidence e migliorare la qualità della vita.


Fissa un appuntamento